Tag

, , , , , , , , , ,


Chiusura: Lunedì Prezzo medio: 40 Euro

Via Giuseppe Giulietti, 21
00154 Roma
06 5756945

Conosciamo Sushisen già da tempo e ci torniamo sempre volentieri. Al locale si accede tramite delle scalette che scendono in un seminterrato ben illuminato e arredato in maniera semplice. Chiamiamo un giovedì sera verso le 9.30 per sapere se avevano un tavolo disponibile e ci dicono che si sarebbero liberati due posti al kaitenzushi, il famoso nastro che trasporta le varie pietanze a prezzi diversi a seconda del colore del piattino che le ospita.

Noi lo consigliamo vivamente se si ha voglia di provare cose diverse ma è sicuramente da evitare se si è in più di due perchè stando seduti in fila l’attenzione è completamente catturata dal nastro e questo non aiuta la conversazione. Bisogna comunque tenere d’occhio i prezzi e il numero dei piattini per non spendere un capitale!

Il nastro e i piattini

Non ci piace moltissimo il menù con le foto che è molto turistico, ma capiamo anche quanto possa essere d’aiuto per chi si accosta a questa cucina per la prima volta.

Questa volta avevamo voglia sia di carne che di pesce perciò abbiamo optato per la “barca dell’amore” che ci permette di assaggiare entrambe le cose.

Essendo seduti davanti al nastro oltre a poter guardare lo chef giapponese al lavoro nell’attesa della barca ci facciamo tentare da un paio di piattini invitanti che passano sotto i nostri occhi. Sushisen è famoso per questa particolare varietà di “Roll“, gli involtini di sushi appetitosi e colorati. Prendiamo dal nastro un piattino con 2 pezzi di Spider Roll,involtino di riso contenente granchio fritto, buonissimo sia inzuppato nella salsa di soya con wasabi che semplice. Il secondo piattino che prendiamo contiene sempre 2 pezzi di roll, questa volta un california flower con sesamo, anche questo molto saporito.

Il cuoco in azione

Dopo questi assaggi arrivano le nostre zuppe di miso comprese con la barca. Classiche, non esaltanti, ne abbiamo assaggiate di migliori, ma comunque piacevoli da sorseggiare e finite le zuppe arriva anche la nostra barca dell’amore bella e scenografica.

Zuppa di miso

Il cameriere, come sempre gentilissimo, ci suggerisce giustamente di mangiare prima il “caldo” per poi passare al freddo. La barca infatti è divisa in due: nella prima parte la carne di manzo scottata alla griglia con salsa teriyaki e sesamo, la tempura di gamberoni e verdure e i bocconcini di pollo fritto. Troviamo la carne di manzo deliziosa, i bocconcini di pollo buoni e croccanti, la tempura leggermente poco sapida, ma a questo si ovvia intingendola nella salsina calda a parte.

Barca dell’amore

Nella parte “fredda” invece troviamo un roll di granchio tagliato in 8 pezzi, dei nigiri di salmone e spigola, un assortimento di sashimi e una ciotolina di verdurine fresche altamente sgrassanti con cetrioli e pomodorini conditi con dell’aceto davvero piacevoli dopo il fritto. Era tutto molto buono e ben preparato, come sempre. Forse avremmo sostituito 4 degli 8 pezzi del roll con altri 4 diversi per variare.

Barca dell’amore

La barca insomma nel complesso non ci delude mai ma la prossima volta proveremo sicuramente la soba, gli spaghetti di grano saraceno e qualche altro roll particolare, visto anche che le volte scorse abbiamo assaggiato i roll piccanti, i roll con le fragole e il famoso bruco, tutti accostamenti innovativi e interessanti.

E’ utile seguire la pagina facebook del ristorante nella quale spesso vengono inserite le foto delle novità e le sperimentazioni.

A questo punto ancora non completamente sazi (siamo un caso patologico, e lo sappiamo) ci lasciamo nuovamente tentare da un ulteriore piattino del nastro: non sappiamo il nome di questa meraviglia, noi lo abbiamo chiamato tramezzino di zucchine fritte ripiene di spigola e seppia. Ci ha davvero sorpresi la bontà di questo ultimo boccone.

Tramezzino di zucchine fritte ripiene di spigola e seppia

A questo punto eravamo davvero satolli e abbiamo rinunciato con un poco di tristezza ai dolci e al sakè che invece siamo soliti ordinare.

Insomma possiamo dire che Sushisen è davvero uno dei ristoranti giapponesi che teniamo sempre in considerazione, torneremo sicuramente presto!

www.sushisen.it

Sushisen on facebook

20130105-132730.jpg

20130105-132746.jpg

20130105-132758.jpg

20130105-132809.jpg

Annunci