Tag

, , , , , ,


Chiusura: Lunedì sera         Prezzo medio: 40 Euro

Piazza della cancelleria 74
00050 Roma
06 6871626
info@ristoranteditirambo.it

Andiamo a pranzo da Ditirambo una domenica assolata. Dopo una passeggiata per le stradine limitrofe gremite di pigri romani e curiosi turisti entriamo nel piccolo, ma accogliente ristorante con travi a vista e antichi archi.

La cantina, come suggerisce il nome, vanta circa 400 etichette tra vini biologici, vini biodinamici e wiskey.

Ci sistemano in un tavolo al centro della sala purtroppo molto attaccato a quello dei nostri vicini, ma non ci facciamo scoraggiare anche perché tutto sommato il locale non era assordante nonostante fosse pieno.

Passiamo alle ordinazioni: per antipasto ordiniamo sfoglie di pasta fillo con burratina, pesto di pomodori secchi e mentuccia. Una vera e propria esplosione di sapori e consistenze diversi tra loro e perfettamente combinati.

Burratina in pasta fillo

Per primo prendiamo un mezzo pacchero del pastificio cocco con guanciale, carciofi e pecorino Montanaro veramente buono e ben amalgamato e una lasagna vegetariana con Fiori di zucca non esaltante, né particolarmente saporita.

Per secondo prendiamo una faraona con patate tartufate perchè l’avevamo vista arrivare ad un tavolo vicino al nostro e il profumo che sprigionava era irresistibile. L’odore non ha deluso le nostre aspettative e il piatto ci ha entusiasmati al primo assaggio.

Faraona al tartufo

Concludiamo con un semifreddo alla gianduia affogato al caffè ben presentato e buono nel complesso.

In totale abbiamo speso circa 40 euro a testa con il vino. Sicuramente un pregio di questo posto è il rapporto qualità – prezzo considerando anche il fatto che è a due passi da Campo de’fiori.

Un posto nel quale tornare sicuramente!

Curiosità: Il ditirambo nell’antica Grecia era un canto in onore di Dioniso e non a caso oggi intende un componimento ispirato al tema del vino.

www.ristoranteditiramboroma.it

Annunci