Tag

, , , , , ,


Chiusura:                                                 Prezzo: 40 – 120 euro

Via Felice Anerio 25
00199 Roma
Tel. +390686391634

Il Sandalia è un noto ristorante sardo in zona viale Somalia, trovare parcheggio è un po’ un’impresa, ma questa recensione è riferita a una domenica a pranzo quindi è stato leggermente più semplice del solito. Purtroppo era una giornata di pioggia che generalmente a me mette di cattivo umore, ma una volta entrati al Sandalia c’era tutt’altra atmosfera: il locale è elegante e ben arredato, il personale è gentile e cortese, si respira una calda accoglienza fatta di sorrisi.

Ci viene subito offerto un prosecco di benvenuto aperto sul momento dalla perfetta temperatura assieme ad un gustoso cestino di pane guttiau croccante. Non vi rovinate l’appetito con questo strumento del demonio! (l’olio è molto buono ed è un pezzetto tira l’altro!!)

Invece della solita formula di antipasti misti che sono soliti consigliare scegliamo una tartare di salmone, fragole, pesto di rucola e aceto balsamico e dei moscardini fritti. 20120511-134805.jpg 20120511-134749.jpg20120511-134817.jpgCome potete notare dalla foto mi è stato impossibile fotografare per bene i moscardini poiché il mio compagno di mangiate si è avventato sul piatto senza pietà , ma lui, che il posto lo conosce bene e ci viene spesso, ne aveva ben d’onde. I moscardini fritti erano teneri e croccanti assieme, buonissimi e saporiti. Unica pecca: troppo pochi!

La tartare era buona, il pesto di rucola delizioso, ma la presenza delle fragole, forse dal sapore troppo delicato, quasi non si avvertiva.

Passiamo ai primi: spaghetti ricci e bottarga e spaghetti alle vongole.20120511-134831.jpg 20120511-134844.jpg

Possiamo dire che era tutto molto buono; gli spaghetti con le vongole buoni ma ne abbiamo mangiati di migliori, invece gli spaghetti ricci e bottarga erano sublimi.

Io ho un debole per i ricci, li ho mangiati spesso in Sardegna in ristoranti, ma anche da amici, freschi e appena aperti sulla pasta e di solito stento a credere di poterli trovare buoni e freschi anche qui, soprattutto ben eseguiti, insomma ogni volta che lo leggo sul menù non resisto alla tentazione di provarli. Il cameriere poi mi fa l’occhiolino quindi ci credo ciecamente!

Effettivamente li rimpiango ancora e la bottarga per quanto forte non copriva assolutamente la delicatezza del riccio; profumata, ben legata, perfetta. 20120511-134857.jpgPer concludere ci dividiamo una cialda alle mandorle con crema chantilly e fragole anche perchè eravamo ben sazi. Ci beviamo su mezza bottiglia di vino bianco vermentino di Gallura Canayli e alla fine spendiamo 75 euro che di certo per due antipasti, due primi e un dolce non è affatto poco, ma riteniamo che la qualità  indiscutibile e l’esecuzione dei piatti ne giustifichino in parte il costo..

Direi che vi consiglio di provarlo!Magari per una serata speciale!

Annunci