Tag

, , , , , , , , , , , , , ,


Chiusura: Lunedì                                             Prezzo: 50 – 100 Euro

Corso Trieste 23
00198 Roma

Non c’è che dire, da Eleonora D’Arborea l’accoglienza è cordiale e calorosa, è un chiaro caso in cui l’abito fa il monaco: il locale è grande e arredato con eleganza con attenzione ai dettagli, i tavoli sono ben distanziati e la cura si riflette anche nella gentilezza del personale. Appena seduti al tavolo ci offrono un bicchiere di prosecco acqua di vitigno Tosca, il cameriere, simpatico e gentile, ci consiglia di ordinare degli antipasti misti e ci lasciamo convincere per poter assaggiare diverse cose.

IMG_3833IMG_3832

Ci arrivano quindi in sequenza: pane guttiau con pomodorini e crudi di pesce: salmone, spigola, pesce spada, scampi e ostriche, carpaccio di salmone con tartufo, assaggio di lasagnetta di pesce, tutto è buono e fresco. Non potevano mancare i moscardini fritti, di cui siamo ghiotti, davvero eccezionali e croccanti, e il classico soutè di cozze.

IMG_3834IMG_3835

IMG_3836IMG_3837IMG_3838IMG_3839

IMG_3840IMG_3841IMG_3842Parlando del più e del meno conosciamo il Titolare Camillo Minei: un operoso tutto-fare pieno di idee che ci parla dei suoi interessi, degli hobby e del mestiere di ristoratore che almeno a parer nostro continua ad oggi a svolgere benissimo.

I discorsi immancabilmente tornano sul cibo e sentendo da parte nostra un certo entusiasmo nel parlare di ricci freschi, senza dire nulla ce li porta.

Dobbiamo dire che non è un mestiere facile quello del ristoratore, e accontentare sempre un cliente è un’impresa impossibile, ma Camillo con noi c’è riuscito in pieno.

Ce ne andiamo addirittura con un sigaro offerto sempre dalla casa, Eleonora d’Arborea oggi ci ha concesso tutto quello che si poteva desiderare.

Certamente non è un ristorante economico, ma a parer nostro qualità e cortesia giustificano il prezzo.

IMG_3844

Annunci