Tag

, , , , , , , , ,


Chiusura:                                                    Prezzo: 80-120 euro

Piazza della Repubblica 47
00185 Roma, Italia (Castro Pretorio)
tel. +39 06 489 381
fax +39 06 489 380 00
 

Approfittiamo della DiningCity Rome RestaurantWeek per regalarci una cena nel ristorante Tazio dell’Hotel Exedra in piazza della Repubblica.

La location è ovviamente stupenda, il locale è elegante e raffinato anche se per i nostri gusti è un po’ eccessivo e ridondante; i tavoli sono separati tra loro da strutture in legno che da una parte regalano più privacy, ma dall’altra creano un po’ un senso di oppressione. L’accoglienza è stata molto cordiale, dopo aver dato il nome della prenotazione all’ingresso ci hanno fatto immediatamente accomodare al nostro tavolo.

20121111-225156.jpg

Appena seduti ci arriva subito una piccola entrée offerta dallo chef Niko Sinisgalli: un tortino di patate con salsa al tartufo buono, spumoso e cremoso leggermente dolce, molto piacevole al palato. Sul tavolo un vassoio di panini fatti in casa al sesamo, al rosmarino, ai semi di zucca.
20121111-225322.jpg
20121111-225435.jpg

Decidiamo di assaggiare due menu diversi per poter provare tutto, quella sera erano previsti un menu di terra e un menu di mare. Il primo prevedeva delle pappardelle di castagne ai porcini con tartufo di Norcia e crema di topinambur, un cosciotto di agnello lucano in crosta di erbe mediterranee e verdure al forno mentre per il secondo menu dei paccheri patate, gamberi e caviale e una tempura di gamberi e verdure.

Entrambi i primi erano ben presentati, ma soprattutto senza eccesso con il sale e con grande rispetto del sapore naturale delle materie prime, il tutto perfettamente amalgamato e armonioso.

20121112-081626.jpg20121112-081635.jpg

La tempura era leggera e croccante con un’ottima salsina di accompagnamento.

20121112-081643.jpg20121112-081700.jpg20121112-081652.jpg

Entrambi i menu si concludevano con una piccola entrèe dolce offerta dallo chef che consisteva in una crema leggera con zest di arancia mirtilli e menta molto particolare nell’accostamento leggera, non troppo dolce e avvolgente e due dolci: tatin di mele alla cannella con parfait alla vaniglia di Bourbon e salsa al mascarpone e un dolce al cioccolato del quale non ricordiamo il nome.

20121112-081752.jpg

20121112-081810.jpg

20121112-081821.jpg

 

Infine il tutto si è concluso egregiamente con un assortimento di piccola pasticceria e il caffè. Noi eravamo completamente satolli e non siamo riusciti a finire i pasticcini, ma tutto quello che abbiamo assaggiato ci è sembrato buono, equilibrato e ben presentato, in particolare nei dolci sembra che lo chef riesca a dare il meglio di sé!

Certo il prezzo finale è davvero alto, in linea con quello che ci si aspetterebbe dal ristorante di un hotel a cinque stelle, in ogni caso la qualità dei piatti e gli ingredienti non deludono le aspettative.

Noi comunque inseriamo questo ristorante in una categoria elevata nella quale recarsi una tantum.

20121112-081839.jpg

Per saperne di più sullo chef Niko Sinisgalli è possibile visitare il suo sito.

Annunci